I miei Viaggi

Tour Sicilia Occidentale

1° Tappa : Scopello

DSC_0029

I faraglioni di Scopello

Il mio Tour nella Sicilia Occidentale ha inizio a Scopello, un suggestivo borgo costruito attorno ad un baglio e che domina dall’alto una vecchia tonnara abbandonata.

Pagando una piccola quota è possibile accedere alla tonnara e godersi un mare idilliaco incorniciato da degli imponenti faraglioni che arricchiscono lo splendido scenario di questa insenatura.

A qualche chilometro di distanza si trova la Riserva dello Zingaro, la prima area protetta istituita in Sicilia nel lontano 1981. Un percorso di 7 chilometri si districa lungo il fianco della montagna e costeggia le più belle cale di questa costa incontaminata.

2° Tappa : San Vito lo Capo

questa
La Spiaggia di San Vito lo Capo

San Vito Lo Capo è una delle mete più famose della Sicilia Occidentale e si trova a circa un’ora di strada da Trapani e a circa due ore da Palermo. Questa splendida località è famosa in tutto il mondo per il suo mare ma forse non tutti sanno che è anche un punto strategico per poter accostare ad un rilassante soggiorno balneare numerose opportunità culturali.

La posizione di San Vito è incantevole: ad est il promontorio del Monte Monaco  e ad ovest l’altipiano dell’Egitarso,  che abbracciano la spiaggia dorata e il suo mare trasparente.

Il cuore di San Vito Lo Capo sono la via Savona, dove si trovano negozi di tutti i tipi e diversi locali dove trascorrere le serate, e la Piazza Santuario con il Santuario dove si trova la statua di San Vito Martire protettore.

3° Tappa : Erice

slide-01
Erice

Il borgo medievale che sovrasta Trapani, è uno dei luoghi più turistici di questa zona.

Se potete visitatelo verso il tramonto, quando la vista sulle saline di Trapani dà il meglio di sé. Ricordate sempre di portare una giacca, poiché Erice si trova a 751 metri di altezza e la temperatura, anche in piena estate, è di vari gradi più bassa rispetto alla costa.

Circondata da Mura ciclopiche a ovest, interrotta da torri merlate e porte normanne, Erice ha origini antichissime. Fenici, Romani, Arabi e Normanni vi stabilirono basi strategiche, grazie alla sua posizione invidiabile, da cui è possibile avere ampia visuale su sul mare e sul territorio.

Per raggiungerla si può percorrere una lunga e tortuosa stradina lungo le pendici del colle, ma è assolutamente consigliabile vivere l’esperienza della Funivia pagando una piccola quota.

Tappa d’obbligo è la pasticceria di Maria Grammatico, una vera istituzione, dove bisogna assolutamente assaggiare uno dei più buoni cannoli della zona oltre alle genovesi: dolci di pasta frolla con dentro la crema pasticcera.

4° Tappa : Trapani

turismo-trapani
Il Lungomare di Trapani

Città all’estremità della Sicilia, è detta la città bagnata tra i due mari perché si estende in una lingua di terra. Questo permette di avere un fiorente porto e di poter contare su un’intera costa balneare composta maggiormente da splendide spiagge sia private che libere. 

La spiaggia di San Giuliano è caratterizzata da acqua trasparente che si estende per due chilometri.

IMG_7298
La Tagliata di Tonno in Crosta di Pistacchio dei Vitelloni

Se cercate un buon ristorante in zona allora non fatevi mancare una cena al Ristorante I Vitelloni, situato nel centro storico di Trapani il locale dispone di una veranda esterna che d’estate si apprezza anche a pranzo visto la disposizione rispetto al sole. La cucina è un ottimo mix tra tradizione e modernità: porzioni abbondanti com’è giusto che sia in Sicilia, piatti tipici come il couscous e le busiate e piatti innovativi come ad esempio la tagliata di tonno in crosta di pistacchio ( davvero deliziosa).
Pesce fresco, servizio cortese, prezzi bassi, location affascinante, insomma tutto ciò che un turista può cercare.

Dal porto della città è possibile raggiungere diverse mete via mare tra cui la splendida isola di Favignana (tappa successiva del Tour).

5° Tappa : Favignana

CALA ROSSA
Cala Rossa

L’isola di Favignana è la principale isola dell’arcipelago delle Egadi, un vero paradiso terrestre a soli pochi chilometri da Trapani. Il modo migliore per spostarsi sull’isola sono gli scooter o le biciclette. Ci sono numerosi noleggiatori , il prezzo varia in base al mese di permanenza e anche da un negozio all’altro. Se avete pochi giorni a disposizione conviene optare per lo scooter, potete muovervi piu velocemente ed è utile per avere una panoramica di quello che l’isola ha da offrire, identificando le spiagge e i luoghi che vi piacciono di più.

Appena sbarcati sull’isola, dirigetevi subito verso Cala Rossa, in assoluto uno dei posti più belli di tutta la Sicilia questo luogo vi resterà per sempre impresso nella memoria e scolpito nel cuore.

DSC_0223
Bue Marino

Poi spostatevi verso Bue marino (vedi foto quì sopra) altro paesaggio da favola, si prende il sole sdraiati sulle lisce rocce di tufo levigate dal vento circondati da splendide acque turchesi. Entrare in mare non è poi così agevole, perciò la soluzione migliore è quella di… tuffarsi! Tranquilli, non tutte le rocce sono alte, ma i più spericolati possono divertirsi parecchio dato che ci si riesce a buttare anche da altezze considerevoli. Per questo motivo non è un luogo particolarmente adatto a famiglie con bambini piccoli o a chi non ha molta dimestichezza con l’acqua, in quanto il fondale è abbastanza profondo e uscire dal mare potrebbe risultare difficoltoso

maxresdefault
Cala Azzurra

Infine non può mancare la visita all’ultimo luogo suggestivo dell’isola ovvero Cala Azzurra (puoi ammirarla in foto quì sopra) che si contende con Cala Rossa il titolo di spiaggia piu bella e famosa di Favignana.  Acqua cristallina color azzurro chiaro, grazie al fondale sabbioso e basso per parecchi metri dalla riva. Solo una piccola porzione del litorale è di sabbia il resto sono scogli, resi comunque morbidi dalle foglie di posidonia che vi si sono depositate trasportate dal vento, creando dei veri e propri cuscini naturali.

Dopo aver visitato Favignana la prima volta non potrete più farne a meno e sentirete la necessità di ritornare non appena possibile.

6° Tappa : Marsala

IMG_7311
Il Mulino delle Saline dello Stagnone

Tappa obbligatoria a Marsala sono le Saline dello Stagnone, enormi vasche per la raccolta del sale che conferiscono al mare un riflesso particolare, un fenomeno raro che si può trovare ed ammirare in pochi posti: il mare rosa. Chi si trova ad ammirare questo spettacolo non può non restarne ammaliato, rapito, un ricordo indelebile nella mente del visitatore.

Lungo la strada si vedono  i depositi di sale parzialmente ricoperti di tegole, si possono ammirare i mulini, e godere di uno dei tramonti più spettacolari in Italia, col rosso del sole si riflette sul mare e il cielo che si tinge di tanti colori!

Marsala è inoltre famosa in Italia e nel mondo per l’omonimo vino. Vi conisglio di non perdervi la visita alle alle CANTINE FLORIO, una casa di produzione vinicola tra le più antiche dalla Sicilia, che organizza visite e degustazioni dei loro deliziosi Vini.

IMG_7346
La Degustazione delle Cantine Florio

 

7° Tappa : Mazara del Vallo

MARE MAZARA DEL VALLO
Il Molo della Città

É una delle città italiane che vanta una storia antichissima, poichè è entrata in contatto con le culture più diverse: da quella ellenica a quella romana, da quella barbara a quella musulmana. Una storia di scambi culturali che si respira ancora oggi e che regala alla città un fascino unico.

Il centro storico di Mazara conserva ancora moltissime caratteristiche della cultura arabo-berbera. Il tratto distintivo è rappresentato dalla KASBAH: un intreccio di vicoli che portano ai cortili di numerose abitazioni.

DSC_0047
Ex Collegio dei Gesuiti

Addentrandosi nel centro si giunge in piazza Plebiscito, dove non puo mancare la visita prima all’ ex-collegio dei Gesuiti, con le sue 24 colonne doriche e la meraviglia degli archi imponenti e poi ai resti della Chiesa di Sant’Ignazio un vero e proprio museo archeologico a cielo aperto.

RESTI CHIESA SANT'IGNAZIO - MAZARA DEL VALLO
I resti della Chiesa di Sant’Ignazio

Ma la visita più bella della città è sicuramente stata la Chiesa di San Francesco (vedi foto sotto) un vero e proprio gioiellino semisconosciuto che merita l’attenzione di tutti. Mai si potrebbe pensare, guardandola da fuori, che entrando si possa ricevere un vero e proprio pugno in faccia per lo stupore del primo sguardo d’insieme.

L’avviso sulla porta “LA PIU’ BELLA CHIESA DEL MONDO” sembra scritto per attirare dentro i turisti annoiati di passaggio ma il cartello è veritiero, è davvero la Chiesa più Bella che io abbia mai visto, infatti si rimane abbagliati dalle pareti ricoperte di una ricchissima varietà di statue, motivi floreali, figure mitologiche, fregi e stemmi tipici del barocco siciliano, insomma dovunque si volge lo sguardo è un susseguirsi di meraviglie da ammirare a bocca aperta.

Ringrazio il Parroco e i Custodi per avermi permesso l’accesso oltre a questa meraviglia anche alle Cripte e al Convento adiacente il quale risulta abbandonato da anni e che necessita di essere quanto prima rivalorizzato.

CHIESA DI SAN FRANCESCO - MAZARA DEL VALLO
La Chiesa di San Francesco

8° Tappa : Palermo

CATTEDRALE DI PALERMO - CANNOLO
Un delizioso Cannolo davanti la Cattedrale di Palermo

Palermo è la tappa finale del mio Tour nella Sicilia Occidentale, e poichè la scelta di luoghi da visitare è davvero ricchissima, vi elenco una mia personale lista di cose da vedere assolutamente nel capoluogo siciliano:

– Teatro Massimo

TEATRO MASSIMO
Il Teatro Massimo

Impossibile non notarlo, percorrendo ad esempio la centrale via Volturno: il Teatro Massimo di Palermo è il più grande teatro lirico d’Italia, il terzo in Europa per dimensioni, secondo solo all’Opéra di Parigi e alla Staatsoper di Vienna. Inaugurato alla fine dell’Ottocento, il Teatro è costruito in uno stile neoclassico e, oltre alla magnificenza esterna, vanta anche un’acustica perfetta, con effetti di amplificazione naturale in alcune sale.

– Cattedrale di Palermo

dsc_0108
La Cattedrale di Palermo

La visita di una città è completa solo con uno sguardo alla cattedrale: e quella di Palermo, dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo, è davvero notevole. La sua storia risale all’epoca punica; in epoca romana lo stesso luogo ospitò un luogo di culto cristiano, poi fu ricostruita in epoca bizantina per diventare una grande moschea – la Moschea Gami – durante la dominazione araba. Riconquistata e ricostruita dai Normanni, e poi dagli spagnoli, e ancora restaurata infinite volte, la cattedrale ha registrato ogni cambiamento, ed è oggi un luogo unico al mondo.

Luogo di venerazione dei palermitani e tappa obbligata per i visitatori che entrano in questa Cattedrale, è la Cappella di Santa Rosalia, dove sono custodite le spoglie della patrona cittadina.

CATTEDRALE DI PALERMO
La cappella di Santa Rosalia

– Piazza Pretoria

MONICA PALERMO
Monica affascinata dalla splendida Piazza Pretoria

La imponente ed elegante Fontana Pretoria, nella piazza omonima, sembra aver poco a che fare con il vario miscuglio artistico-architettonico di Palermo. In effetti fu realizzata a Firenze, nel Cinquecento, e solo in seguito trasportata e ricollocata nel capoluogo siciliano. Divertitevi a fotografare le sue scalinate, le vasche concentriche, i giochi d’acqua e soprattutto le decine di statue che raffigurano gli dei dell’Olimpo e i fiumi di Palermo, e alla fine… approfittatene per rinfrescarvi dalla calura siciliana!

– La Spiaggia di Mondello

MONDELLO
La Spiaggia di Mondello

Ogni grande città di mare che si rispetti ha la sua spiaggia: Palermo ha la bellissima Mondello, qualche chilometro a nord del centro, sull’altro versante del Monte Pellegrino. Ci si arriva con una corsa in bus, ed è l’ideale per chi è in cerca di sollievo dal traffico del centro e di qualche ora di riposo sulla sabbia finissima di fronte al mare azzurro cristallino.

– Dove e cosa mangiare a Palermo

Le domande più frequenti che mi sono state poste da voi sono : dove mangiare il cannolo, l’arancino e la granita siciliana più buona? Beh tra le tante scelte vi consiglio SPINNATO per assaporare l’arancino e il cannolo più buono a mio avviso della città.

IMG_7466
L’arancino di Pollo da Spinnato

Mentre per la granita mi sento di consigliarvi la Caffetteria del Corso dove potrete assaporare la vera granita siciliana.

IMG_7472
La granita di Mandorle e Frutti di Bosco presso la Caffetteria del Corso

Si conclude così il mio splendido Tour nella costa Occidentale della Sicilia, tante sono state le bellezze ammirate e tanti sono i ricordi impressi nella mente, e son certo che ben presto tornerò in questa fantastica terra !

Di seguito potrai vedere il Video girato durante il Tour Siciliano  :

6 pensieri riguardo “I miei Viaggi

  1. Ho conosciuto Francesco grazie all’amore per le sue foto, sempre di fine fattura, ma poi ho scoperto, con piacere, che dietro quell’obiettivo si nascode un professionista serio e dal cuore grande. In bocca a lupo per questa nuova esperienza ❤️

    "Mi piace"

  2. Non ho parole per questo blog.. E bellissimo!! si vede che trasmetti tanto amore nel fare le foto e per di più goderti ogni istante.. Complimenti!! continua cosi…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...